venerdì 26 luglio 2013

Raccolta differenziata creativa - DIY painted bottle

La raccolta differenziata da queste parti (Roma nord-est) è in "rodaggio" da almeno 15 anni ma io non demordo. Sono una di quelle persone convinte che la differenza si può fare con i piccoli gesti quotidiani e la raccolta differenziata è una di quelli.
Nella città con la più grande discarica europea, in pre-crisi immondizia da un momento all'altro, penso sia un dovere a cui non ci può sottrarre. Non c'è pigrizia, ignoranza o menefreghismo che tenga. E' solo una questione d'abitudine dividere i rifiuti, gli spazi si organizzano (ormai le soluzioni impilabili e/o esteticamente carine ci sono) e dopo qualche settimana è meno tragico di quel che sembrava all'inizio. E se fare la differenziata è uno strazio insopportabile, impariamo ad acquistare con coscienza: compriamo prodotti con imballi ridotti al minimo e riclicabili, facciamo la spesa con la sportina di stoffa, le shopper di tela plastificata o le stilosissime Grocery Bag di Beware Of Cat, preferiamo prodotti sfusi a quelli confezionati e via dicendo.
Personalmente, se posso scegliere, acquisto prodotti in confezioni di vetro, che anche se non verrà mai riciclato, almeno non inquina/avvelena/degrada l'ambiente. Al massimo ci si taglia!
Eppoi il vetro si presta ad altri usi. Alzi la mano chi non ha qualche vecchio barattolo vuoto, nascosto in cucina che "non si può mai sapere ma un barattolo può sempre servire"?
Quante board di Pinterest pullulano di buone idee per riutilizzare bottiglie di vetro? Quante volte abbiamo lasciato perdere all'idea di rimetterci qualche falange?
Per questo tutorial non c'è bisogno di nessun tributo in sangue umano, ma solo di bottiglie di vetro, pazienza ed un minimo sindacale di fantasia.


Il cestino del vetro era pieno e loro due (una XS da aperitivo analcolico ed una S da condimento allo yogurt) già sciacquate ed asciugate, sono rimaste sullo scolapiatti. Ci sono rimaste quel giorno in più che mi sono affezionata ed abbastanza da farmi venire il grillo della sperimentazione.













19 commenti:

  1. Ed ecco che mi fai venire la voglia di comprarmi i colori acrilici! Ho una mensola di vasetti pieni di ogni craft-cosa: mollettine, ditali, nastrini, ritagli di cotone, spille da balia, bottoni, sfere di legno, campanelli... continuo? ;)
    L'idea del gatto che salta sulla mensola mi porta una tachicardia che è meglio cambiare argomento e pensare che la raccolta differenziata è una cosa così semplice e sensata che non capisco proprio chi si ostina a buttare tutto in un sacco. Il vetro si può riciclare all'infinito (sia quello colorato che trasparente) mentre al contrario se abbandonato nell'ambiente impiega una quantità incredibile di anni per decomporsi. Bell'esempio Elisa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di comprare un (altro) barattolo di colore acrilico, guarda tra il materiale che abita sullo scaffale e vedi se c'è uno smalto, una bomboletta di colore spray... vanno bene lo stesso!
      Con lo spray devi solo mascherare mooolto bene tutto quello che non vuoi si tinga e spruzzare il colore mettendo l'oggetto dentro una scatola di cartone. Così eviti di verniciare anche i 6mq intorno... :D
      Le mie gatte saltano sempre sulle mensole... so' gatti! E no, mai fatto cascare/rotto/spiaccicato nulla di grave.
      Sulla differenziata è una storia infinita. Li odio.

      Elimina
    2. Grazie per le dritte ;)))

      Elimina
  2. " Alzi la mano che non ha qualche vecchio barattolo vuoto, nascosto in cucina che "non si può mai sapere ma un barattolo può sempre servire"?"
    Io non li nascondo nemmeno, figuriamoci! Sono tutti impilati nel carrellino portafrutta, ché tanto la frutta con questo caldo sta bene in frigo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa eh... prendi un barattolo, porta il tappo al tuo BabboPlus® e fagli fare un foro al centro. Dipingi il tutto e usalo come portagomitolo anti-felino! Il gomitolo sta dentro ed esce solo il filo.
      Sto avanti... eh???? ;)

      Elimina
    2. Ho un trapano a casa, volendo il foro lo potrei fare anche da sola... ma se poi tiro troppo bruscamente il filo mi casca il barattolo, l'ultima volta ho salvato il parquet mettendoci sotto un piede, ma mi è rimasto il livido per settimane ;)

      Elimina
  3. Sei un genio. Punto.
    Mi hai dato un'idea per i regali di natale, magari gli riempio con dei sali da bagno !!! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono un genio... del male! Ahahaha!!!
      Natale? Accidenti, inizi presto a fare la lista dei regali! Wow!
      ;***

      Elimina
  4. Bella cosa la raccolta differenziata,se fatta seriamente.io a casa mi impegno a dividere tutto ma poi quando vado a buttare e apro il bidone della carta e dentro c'è di tutto e di più,in quello della plastica idem,mi dico che non andremo mai da nessuna parte se la gente continua a essere così ignorante e menefreghista!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem anche qui... dividi, separa, lava e seleziona e poi quando arrivi davanti al cassonetto trovi di tutto e di più. Rigorosamente nei cassonetti sbagliati.
      Non so se sia stupidità o proprio inciviltà...

      Elimina
  5. io sono una di quelli che divide qualunque cosa..pensa che due anni fa in vacanza chiediamo alla sig.ra dell'appartamento per la raccolta come funziona...e lei risponde che non li non dividono i rifiuti buttano tutto insieme!!!Tutto carta plastica vetro...ma siamo tutti nello stesso paese giusto? Bella l'idea riciclosa...vasetti e bottiglie non mancano mai:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il paese è lo stesso, le teste e le abitudini sono diverse, come è diverso il sentito comune. Il fatto di essere una comunità sociale si attiva solo durante le partite dei mondiali o per qualche tragedia che coinvolga - vagamente - un "italiano". Per il resto siamo una costellazione di feudi.

      Elimina
  6. Carino e semplice il tutorial, adorabile il micio e totalmente condivisibile il tuo pensiero sulla raccolta differenziata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero basic! Mimì - l'annoiata - ringrazia e chiede, se per caso, potesse avere dei croccantini extra invece dei complimenti. ;)

      Elimina
  7. ...quando inizi con la raccolta differenziata non puoi + smettere!
    e se per caso degeneri col riciclo non hai + scampo!! he he!

    Ho dei barattoli dei pelati che, spennellati e foderati, utilizzo come portapenne, ma a decorare così il vetro non avevo pensato!
    grazie per l'idea!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La differenziata è la base!
      Il riciclo pefforza non mi attira moltissimo, temo sempre l'effetto Paint your life, però il riutilizzo invece lo trovo applicabile ed intelligente. Senza parlare del fatto di riparare le cose... invece di ricomprarle appena c'hanno un graffio!
      Bella l'idea dei pelati foderati! Te la rubo!
      ;)

      Elimina
  8. Questa è un'idea carinissima, io conservo tutte le bottiglie e non capisco mai cosa farci. Ci vedo del potenziale e poi mi perdo per strada, al massimo faccio dei pois tristini con uno smalto da gettare via.
    Grazie per la dritta ganza! :)

    Un bacio
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, i pois!!! Non sono tristi! Nooooo!!!
      Non riesco mai a trovare i todini adesivi per farli, altrimenti starei a fare pois dovunque! ;)
      Ne farei tantissimi, sovrapposti, tipo scaglie di pesce o coriandoli pazzi. Ecco adesso DEVO trovare i tondini adesivi...
      ;)

      Elimina
  9. Anche io faccio un riciclaggio selvaggio del vetro soprattutto!!!

    RispondiElimina