martedì 28 ottobre 2014

A Sud

Da Sud a Sud in un dialogo di meridioni che poco hanno in comune, denominazione geografica a parte. Tutto nasce da una richiesta specifica, da parte di una "cliente" che stento a definire tale perchè in realtà è una lanciatrice di sfide e di solito mi spinge a sperimentare ed a provare cose che voi umani...
Lei è dietro al primo papercut "serio" (lui), sempre lei mi ha fatto sperimentare la stampa su ceramica ed ora questo: dono intercontinentale per l'Equador a rappresentanza dell'artigianato italiano. Ecco, una cosetta facile facile :D
Pensa che ti ripensa ho ri-pensato ad un pezzo di progetto della serie Porcelain che non avevo mai realizzato, ossia la ceramica italiana. La produzione fittile è abbondantemente presente in tutta la penisola, anche se alcuni centri di produzione sono più famosi di altri, un po' per moda un po' per strani destini. In questo mini-tour la parte del leone la fa il Sud, con le ceramiche siciliane e campane, che grazie ai colori pop ed alle decorazioni caratteristiche fa molto Made in Italy.
Quando poi ho scoperto che D&G ha fatto una collezione con lo stesso concept be'... che dire... m'hanno copiato! Ahahaha!!! Seeee... magari!!!

Bòn, bando alle ciance, iniziamo va'. Si parte per la Sicilia con le sue forme e decori barocchi - in parte mutuati da motivi arabi, lascito della feconda presenza moresca sull'isola, e successivamente normanni, il tutto con colori esplosivi e sgargianti, succosi e decisi.
Gli orecchini di carta Acanto recuperano un design tipico delle ceramiche di Caltagirone ma con una licenza cromatica che ho deciso di usare per esaltare il disegno.

Acanto | orecchini in carta dipinta a mano e gocce in agata tinta | handpainted paper earrings with agate drops

Infatti le ceramiche di Caltagirone usano come colori dominanti il blu scuro ed il verde rame con tocchi di giallo su motivi floreali ed animali, mentre io ho optato per una gamma cromatica più chiara e calda con il turchese luminoso a contrasto.
 
Acanto | orecchini in carta dipinta a mano e gocce in agata tinta | handpainted paper earrings with agate drops


Piccolo excursus nordico con una divagazione in terra d'Umbria e più precisamente a Deruta, famosa per le sue maioliche artistiche ed i suoi piatti decorati. E proprio da un piatto è ripreso il decoro per la collana in carta Deruta.

Derura | collana in carta dipinta a mano e perle in agata e avventurina | handpainted paper necklace with agate ad avventurine beads

Il motivo decorativo che ho scelto di riprodurre è chiamato Raffaellesco, perchè Raffaello Sanzio lo usò negli affreschi delle stanze Vaticane; motivo decorativo ispirato alla grottesca che si compone di minuti temi quali panoplie, putti, chimere, trofei d’armi antiche, strumenti musicali e festoni, entro una sottile trama di tralci.

Derura | collana in carta dipinta a mano e perle in agata e avventurina | handpainted paper necklace with agate ad avventurine beads

Eppoi si torna giù, al caldo ed alla luce totale, ai contrasti di luce ed ombra, ai colori del mare e della terra con le ceramiche di Vietri. Famosa soprattutto per le piastrelle decorate, la produzione di Vietri ha ormai valicato i confini nazionali diventando famosa nel mondo, complice la fama di tutta la costiera Amalfitana e della vicina Capri che della maiolica decorata hanno fatto il loro emblema, basti pensare al superbo chiostro del Monastero di Santa Chiara a Capri realizzato nella seconda metà del 1700.

Lemon | orecchini di carta dipinti a mano e agata tinta | handpainted paper earrings

Nella produzione moderna il blu del mare e del cielo, il giallo del sole e dei limoni sono il leit motiv di queste ceramiche realizzate a mano con tecniche tramandate da generazioni, sia nelle piastrelle sia nei complementi d'arredo.
E proprio i limoni sono il soggetto principale di ques'ultimo paio di orecchini in carta dipinta a mano, Lemon. Colori saturi e forme generosamente barocche, perfette per accogliere il soggetto panciuto e colorato.

Lemon | orecchini di carta dipinti a mano e agata tinta | handpainted paper earrings

Inutile dire che spero davvero tanto che questi pezzi possano - degnamente - rappresentare un po' di quel meraviglioso mondo di abilità e know-how che è l'artigianato artistico italiano.
Buon viaggio belli miei e fate i bravi!

8 commenti:

  1. Affascinata e incantata dalla collana Derura, uno spettacolo di colori e forme che mi lascia senza fiato!
    In effetti con tutta la produzione ceramicosa italiana non ti eri ancora buttata nell'impresa XD
    Beh che dire, successo assicurato e garantito!
    Io ormai ho finito gli aggettivi per descrivere quanto sei brava**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Materiale ce n'è tantissimo... Deruta, Faenza, Urbino, Vietri, Caltagirone... praticamente ogni regione ne ha di caratteristiche!
      E tu ne sai qualcosa eh? ;)

      Elimina
  2. La collana è la mia preferita, ma mi piacciono molto anche gli orecchini Acanto. Brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La collana è strana, il decoro è molto presente, quasi eccessivo. Però funziona, fa proprio coccio rotto. :)

      Elimina
  3. Io ho la mascella al pavimento. Tu sei bravissima e questi pezzi ci faranno sembrare meglio di quello che siamo in realtà :D ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti chi parla di mascelle atterrate!
      Non siamo ma potremmo essere, bisogna lavorarci su ma - secondo me - ce la potremmo pure fare...

      Elimina
  4. Che spettacolo! Già sento il profumo delle granite di limone che ho sorseggiato passeggiando per Capri!
    Sei sempre più brava!
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai mangiate granite a Capri! Ogni volta che sono andata... pioveva!!!! Incredibile ma vero.
      Ma in Sicilia mi sono abbondantemente rifatta! :D

      Elimina