giovedì 8 maggio 2014

Seta

Sono lenta, molto lenta, a volte lentissima. Alterno periodi di iperattività verticale (solo taglio / solo disegno / solo incollaggio / solo progettazione / solo doratura) a periodi di stallo totale, a rari periodi di marcia uniforme e cooerente. Questi orecchini qui, per dire... i Silk.
Prima bozza di disegno realizzata a novembre 2013, replica in rosso a gennaio 2014, scelta delle pietre a febbraio, taglio e finitura a marzo, li ho messi su Blomming ad aprile e ora a maggio li pubblico. 7 mesi buoni.
Il design di partenza era una variazione su rosso di un'altra (a fine post) che avevo realizzato tra i primi esperimenti dei Porcelain, tratto da un motivo per tappeto (forse) Shah Abbas o Abbsi.*
Vista la variazione cromatica ho deciso anche una variazione consistente nella silhouette e nelle pietre ed ho optato per delle gocce sfaccettate in radice di rubino molto lunghe e delle perle in vetro rosso dalla forma a cilindro sfaccettato che avevo preso a Londra da Beadworks Bead Shop.

Porcelain Silk | acrilyc paint on Canson cardstock

La silhouette è a forma di campana bombata, o di medusa (?). In realtà ho voluto dare questa forma insolita perchè da una parte mi evocava le forme tondeggianti e sinuose delle cupole arabe e dall'altra mi serviva un po' di larghezza per far sviluppare bene il disegno. Nella precedente versione in blu c'erano meno variazioni cromatiche ed il risultato era una texture più omogenea che funzionava bene anche su pendenti più piccoli.

Porcelain Silk | handpainted paper earrings with rubine root and glass beads | acrilyc paint on Canson cardstock

I profili del disegno, in colore metallico oro zecchino, sotto la verniciatura acquistano maggiore nitidezza e creano dei bei giochi di luce ma sono comunque caldi e spiccano meno rispetto al disegno. Escono di prepotenza quando sono illuminati e regalano un movimento molto vitale ai pendenti.
Il risultato non mi dispiace affatto, all'inizio non ero convintissima, ma ora mi rendo conto che questi pendenti hanno un carattere speciale, hanno una personalità - insolita - ma interessante.
Volendo mantenere fede alla mia passione per le alternanze, per questi orecchini di carta, il terreno di gioco si sposta sulle perle, con il contrasto opaco/trasparente e sulla forma corta/lunga e cilindro/goccia.

Porcelain Silk | handpainted paper earrings with rubine root and glass beads | acrilyc paint on Canson cardstock

La versione originale, in blu oro, non aveva nessun problema a essere decisamente "notevole"! I profili in oro (caldo) saltavano agli occhi sul fondo blu (freddo) e quindi le dimendioni dei pendenti erano più contenute. Le variazioni di blu erano poche e si è venuta a creare una texture abbastanza omogenea rotta solo dai fili dorati. La forma era strana ugualmente! Sarà il disegno molto movimentato a farmi proprendere per tagli arditi!

Porcelain Gold Persia | handpainted paper earrings with lapis beads | acrilyc paint on Canson cardstock

Sul nome del motivo ho dei dubbi perchè il mondo del tappeto persiano è in realtà una galassia. Le tipologie di design, colori, motivi e combinazioni sembrano quasi infinite e, ad un occhio inesperto come il mio, praticamente indistinguibili. Per rendere l'idea... i tappeti persiani possono essere classificati per:
• area geografica (Iran, Pakistan, Turchia, etc)
• città o provincia di produzione (Isfahan, Mashad, Nain, etc)
• tipo di nodo (nodo Ghiordes e nodo Senneh ma a volte i due nodi convivono)
• per etnia dell'annodatore (che può essere diversa da quella del creatore del motivo/design)
• per tribù e clan (per esempio i Mokri, i Bani-Ardalan, gli Jaaf ed i Kalhor sono clan che appartengono alla tribù Baktiari che è iraniana)
Facile no? :D
Penso comunque che questo motivo qui riportato sia proprio uno Shah Abbas, o per lo meno lo spero vivamente!
"Un motivo centrale nei tappeti orientali che è composto da arabeschi, palmette e loti in forme eleganti, e richiede un'elevata densità di nodi. Sviluppato sotto il regno dello Shah Abbas I, è comune nei tappeti Keshan, Isfahan, Mashad e Nain, nonché nei tappeti provenienti da Paesi che copiano lo stile persiano quali India, Cina e Pakistan."

6 commenti:

  1. Mi piacciono molto le descrizioni e la scelta minuziosa delle pietre. Bellissimi come sempre

    Buona giornata
    Grazia

    RispondiElimina
  2. Ma quanto sono belli questi due modelli???
    Adoro la scelta dei colori, adoro il contrasto dei secondi e l'armonia dei primi, che mi ricordano davvero quei meravigliosi tappeti persiani**
    Che lavoro che c'e sempre dietro ogni tuo pezzo, secondo me hanno un valore ancora maggiore per tutto lo studio che c'è in background!

    RispondiElimina
  3. A me la forma di quelli rossi (e anche il colore) ricorda un po' una melagrana :) Belli!

    RispondiElimina
  4. I colori sono fantastici, le fantasia parlano di terre affascinanti e particolari.
    Riesci sempre a trovare forme nuove e a renderle armoniose e adatte ai tuoi gioielli.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  5. Ciao, adoro i Cotton Flowers e i Porcelain Silk ma... una foto da indossati?
    Buona giornata.
    Daria

    RispondiElimina
  6. Sono splendidi, entrambi!

    RispondiElimina