sabato 1 febbraio 2014

6a tappa: Persia | Blue shards

La Persia alla fine è arrivata, con tutte le sue suggestioni ed atmosfere evocative da Mille ed una Notte, avventure, amori e odore di spezie.
La Persia come territorio stilistico è enorme sia in termini di spazio che di tempo, più o meno va dall'India alla Turchia per circa 1.200 anni (dalla dinastia Omayyade a quella Pahlavi), quindi me la ritroverò spesso tra i piedi. Senza contare che buona parte della mia produzione saccheggia a piene mani dal mondo arabo/musulmano in genere, sicchè, insomma vecchi amici!
A peggiorare le cose - se fosse possibile - la scoperta di una board di Pinterest. Questa:
http://www.pinterest.com/janinecreates/persia/
Subito seguita ed innamorata, tanto che vorremmo prima o poi mettere in cantiere un viaggio in Iran. Per me sarebbe una prima volta, mentre per fidanzo sarebbe un ritorno all'infanzia, visto che ci passò qualche tempo per il lavoro del babbo. A me attira da morire... prima del Giappone e dopo qualche capitale europea ci scappa!

Ma non divaghiamo, anzi, stringiamo tutte queste chiacchiere in qualcosa di concreto e fattivo! 6a tappa: Persia. Sottotitolo Blue shards.
Perchè blu? Perchè è un colore molto usato nell'Islam e richiama immediatamente l'immagine della  ceramica Iznik (http://en.wikipedia.org/wiki/%C4%B0znik_pottery).
E per fare prima... due orecchini invece di uno solo! I Broken Persia che giocano - pesantemente - sul concetto di coccio rotto. Irregolari e differenti come forma, volevano essere interpretati proprio come "frammenti" di una mattonella o di un coccio decorato.
I Little Persia sono invece più delicati e garbati e si basano sulla riproduzione di una mattonella vista e fotografata al BMuseum.

Broken Persia + Little Persia | handpainted paper earrings

12 commenti:

  1. Mi sono innamorata dei cocci! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono bravissima a fare le cose rotte! :D

      Elimina
  2. anche io cocci rotti, incantevoli! :) buon fine settimana Cara/i!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 anche a voi! Oh, noi ci si vede al disgelo, vero?

      Elimina
  3. Favolosi i cocci rotti, sono un'idea geniale** Sembrano davvero pezzetti di ceramica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Rompo un sacco di cose... le scatole, i cocci, XD

      Elimina
  4. I cocci rotti sono una genialata, sono forme fantastiche e originali!
    Mi fai sempre scoprire cose nuove e interessanti, grandissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idea - in realtà - nata per caso. Non trovavo nessuna sagoma che mi soddisfacesse ed ho lanciato sul tavolo da lavoro il foglio con il decoro dipinto, con un moto di stizza e frustrazione creativa. A quel punto ** illuminazione **... e se fosse stato di coccio davvero? Si sarebbe rotto... :)

      Elimina
  5. Il risultato é strepitoso! Complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. "Profumano" di primavera, fanno venire voglia di indossarli immediatamente! Belli e freschissimi, complimenti! :)

    RispondiElimina
  7. Che belli i cocci rotti!!
    Questa collezione è proprio bella!! però a me piace vedere anche il disegno originale tagliuzzato nelle foto! :D

    RispondiElimina